Breaking

ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianJapanesePortugueseRussianSpanish

Moda Mare: mini guida ai bikini per le curvy…

CURVY / Fashion / June 17, 2015

Giugno. I bikini potrebbero diventare la nostra seconda pelle per giorni o settimane, quindi ecco per voi alcune linee guida per chiarire secondo quali criteri scegliere il bikini più adatto a taglie abbondanti sopra o sotto e sia sopra che sotto…

IL REGGISENO

Partiamo innanzitutto col focalizzarci su alcuni elementi da considerare per orientarsi al meglio prima dell’acquisto di un costume da bagno e che rispondano all’esigenza primaria di corretto sostegno e comfort di un decolleté florido anche in spiaggia.

  • Il FERRETTO che sostiene e dà forma al seno: cosa necessaria per un seno dalla 4a in sù.
  • L’allacciatura all‘AMERICANA dietro il collo, cioè con spalline che partono larghe da sotto l’altezza dell’ascella e vanno via via a restringersi verso l’alto. In questo modo il seno verrà avvolto, contenuto e il sostegno garantito.
  • Le due coppe dovranno essere unite da una fascetta bassa strutturata con un’applicazione o da un anello.
  • Se non desiderate un reggiseno con allacciatura all’americana, è comunque importante che le spalline NON siano SOTTILI, altrimenti potreste incorrere nell’odiatissimo effetto SOLCO sulle spalle. Le spalline dovranno quindi essere più larghe del normale o partire larghe e restringersi man mano.
  • Oltre all’allacciatura dietro il collo, consigliamo anche quella a fiocco sulla schiena (e non con un gancio!). Il motivo è che in questo modo potrete regolarla voi facilmente a seconda della circonferenza del torace e delle vostre specifiche esigenze. Però sappiate che non a tutte piace questa allacciatura e che alcune aziende lavorano con la misure di coppa e giro torace indipendenti (una donna può avere torace largo e seno piccolo o seno grande su torace stretto).

Un problema che è emerso insieme a voi dialogando sui nostri canali social è lo scontento davanti, sì ad un reggiseno adeguato nella forma alla vostra fisicità, ma, ahi noi, dai COLORI e dalle FANTASIE poco accattivanti, glamour, femminili o divertenti. Sì, diciamolo, piuttosto tristi! Il motivo è che sono stati targhettizzati su fasce di età piuttosto avanzate. Le aziende che li producono ancora non hanno pensato che problematiche simili sono diffusissime anche tra donne ben più giovani e ragazze! Stare in spiaggia deve essere un momento di gioia, relax e libertà, non un’imbarazzante condanna…concordate?

LO SLIP

Ancora da chiarire è come muoversi nella scelta della mutanda del costume per un fisico più “mediterraneo”, con fianchi larghi, o per chi ha qualche qualche rotolino e un po’ di pancetta. Ma non solo… Ricordiamoci infatti che non è detto che chi ha un decolleté molto florido a partire dalla 5a abbia l’equivalente di slip!

E così molto spesso ci si trova con il giusto reggiseno, ma con slip totalmente non adatti o dei mutandoni della nonna nella parte sotto, spesso troppo larghi.

Il motivo è che molte aziende vendono il due pezzi senza possibilità di scegliere la propria taglia sia sopra che sotto; inoltre, quelle orientate nello specifico alla produzione di bikini per taglie forti sono spesso targhettizzate per signore agée, piuttosto che per ragazze. Come se una donna di 40-50 anni non volesse apparire giovane, fashion e fresca anche in spiaggia.

Cerchiamo quindi di mettere a fuoco le caratteristiche che noi reputiamo necessarie nella scelta dello slip del bikini:

1) Le aziende dovrebbero essere organizzate a vendere lo slip separato dal reggiseno in modo da dare scelta nella giusta taglia e varietà’ nelle forme. Ce ne sono diverse che da qualche tempo lo fanno!

2) Per ogni forma di reggiseno sarebbe necessario avere una scelta di almeno 3 diversi modelli:

. Con lacci laterali, magari non solo a stringa. Troviamo molto funzionali e belli i lacci laterali più larghi.

. Senza lacci e di altezza di almeno 3 dita

. Slip alto ma con la possibilità’ eventualmente di ripiegare la parte terminale dello slip su se stessa. Dove lo slip rimane doppiato e leggermente contenitivo, mentre la parte più alta coprente, ma più morbida, con la possibilità quindi di regolarne l’altezza a piacere.

3) Lo slip del costume deve essere comunque comodo e non stringere troppo per evitare l’effetto insaccato con fuoriuscita di rotolini ovunque nelle parti non contenute.

4) Il mix & match funziona anche per i costumi! Non fatevi problemi nel mixare i vostri 2 pezzi. Personalmente io amo lo slip nero ed avere il pezzo di sopra diverso. Il pendant non è più’ necessario!!!!

5) Da evitare le culottes che segano pancia e fianchi, spezzando la figura, oltre a focalizzare l’attenzione proprio dove non devono, provocano sgradevoli fuoriuscite di rotolini. Assolutamente banditi anche anelli, catene e tutto quello che fa cadere l’occhio sui fianchi.

Raccontateci quali costumi avete trovato quest’anno, se li ritenete più glam rispetto alle proposte degli anni passati… forse qualcosa è cambiato…

Bacini

I MURR

foto 1 (32) (1)

 

bi2

bikini laccio 3

foto 4 bik

foto 5 bik


Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,




Previous Post

SKIN JEWELS

Next Post

E' TEMPO DI… PRENDERTI CURA DELLA TUA AURA!





You might also like



0 Comment


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *