Breaking

ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianJapanesePortugueseRussianSpanish

PASTA AL PESTO DI TOPINAMBUR MANDORLE E SESAMO.

Blog / Food / Home Slider / RICETTE / April 9, 2022

La nostra curiosità ci porta sempre a cercare bellezza ovunque anche nei cibi che portiamo nei nostri piatti.

E facciamo lo sforzo di andare oltre la nostra comfort zone nella ricerca di alimenti che solitamente non scegliamo, per scoprire dimensioni alternative e studiare nuove ricette.

Piatti pensati con il nostro spirito per creare ricette veloci, facili, colorate, sane e nutrienti .

Oggi e’ la volta del topinambur, noto con i nomi di Carciofo di Gerusalemme, Girasole del Canada o Elianto Tuberoso ed è una pianta erbacea che ci regala il suo meraviglioso bulbo sotterraneo.

I tuberi di topinambur si raccolgono in inverno, sono molto nutrienti e la loro cottura è simile a quella delle patate ma possono essere consumati anche crudi tagliati a fettine sottilissime, con olio evo, sale e pepe.

Io ho deciso di cucinarlo con gli spaghetti, in una ricettina veloce ma sfiziosissima che ha conquistato sia Antonio che Mario, nonostante la loro scetticita’ iniziale.

Provatela e scrivetemi…Amiamo quando ci mandate le foto dei vostri piatti con le nostre ricettine e ricordatevi sempre che cucinare con amore rendera’ ogni vostro piatto speciale!

 

INGREDIENTI

300 g Spaghetti di lenticchie rosse @pastaFelicia

200 g Topinambur @ortobarbieri

25 g Mandorle

40 g Parmigiano reggiano (grattugiato) io non lo uso ma gli uomini dì casa lo gradiscono. Vi lascio quindi la ricetta completa. Se invece come me non lo volete tenere da parte del pesto senza formaggio.

10 foglie Basilico

25-30 g Semi di sesamo

3/4 gallette di grano saraceno Fiorentini in alternativa 4 cucchiai Mollica di pane

q.b. Olio extravergine d’oliva

q.b. Sale e pepe

 

PREPARAZIONE

Portate ad ebollizione una casseruola di acqua, pelate il topinambur, tagliatelo a cubetti non troppo grandi e cuocetelo nell’acqua bollente per circa 15 minuti e fin quando non risulterà ben morbido.

Mettete da parte una tazzina di acqua di cottura e usate l’acqua avanzata per cuore gli spaghetti aggiungendone se necessario ( no sprechi e si capitalizzano le vitamine del topinambur).

Scolate il topinambur e mettetelo in un mixer. Unite le mandorle, due cucchiai circa di olio evo, il parmigiano, basilico sale, pepe e frullate il tutto.

Trasferite la crema di topinambur in un wok o insalatiera.


Portate ad ebollizione l’acqua del topinambur questa volta salata e cuoceteci gli spaghetti seguendo il tempo indicato sulla confezione.

In una padella antiaderente scaldate un filo di olio evo e fateci dorare le cracottes al grano saraceno dopo averle sminuzzate o la mollica di pane per qualche istante, in parrte sbriciolata e in parte tagliata a cubettini.

Aggiungete i semi di sesamo e fate insaporire, facendo attenzione a non farli bruciare, fin quando la mollica non risulterà dorata.

Scolate gli spaghetti e versateli nel wok e con la crema di topinambur, mescolate e se fosse necessario aggiungete un pochino dell’acqua di cottura tenuta da parte.

Distribuite gli spaghetti nei singoli piatti da portata e disseminate sulla superficie la granella con il sesamo tostati.

Un primo piatto vegetariano, leggero e squisito la pasta con topinambur, mandorle e sesamo croccante renderà unico il vostro pranzo.

Ho impiattato gli spaghetti in due modi diversi: a nido e tradizionale, quale preferite?

Questo il piatto impiattato in modo tradizione







Previous Post

Spaghetti di alga spirulina al cavolo pak choi e tonno

Next Post

Pasta con pesto di broccoli, acciughe e ricotta





0 Comment


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *