Breaking

ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianJapanesePortugueseRussianSpanish

Speriamo che piova! Sulle passerelle tornano le galoche

Blog / Fashion / Outfit / Trends / October 25, 2018

Vi ricordate le galoche, quelle simpatiche scarpe antipioggia che i vostri genitori vi mettevano da bambini? Con quelle potevate saltare nelle pozzanghere e giocare quanto volevate senza timore di bagnarvi i piedi. Erano un paio di calzature funzionali, comode, e anche molto carine dato che i modelli presenti sul mercato erano tutti super colorati e con stampe originali e divertenti. Bene, adesso potete sorridere: perché la Milano Fashion Week ha visto gli stilisti presentare delle collezioni autunno inverno 2018-2019 con al centro proprio le bellissime galoche.

La parola d’ordine per l’autunno inverno 2018-2019 è una: scarpe antipioggia a gogo! Scordate le classiche galoche senza tacco dalla punta arrotondata. Le calzature che si sono viste alla Settimana della Moda di Milano, infatti, faranno sognare tutte le fashion victims. Non solo normali stivaletti al ginocchio: ma décolleté, cuissardes, cowboy e chelsea boots. Tutti impermeabilizzati, waterproof e perfetti per essere indossati con la pioggia. Sportmax li ha proposti nella versione a punta minimal black and white, mentre Emilio Pucci, ad esempio, in quella fluo con tacco alto. Fendi ha deciso invece di unire la galoche a un altro trend di ritorno dell’autunno inverno 2018, ossia il pitonato.

Versace ha portato il rain boots a un livello successivo, presentando sulle passerelle della Milano Fashion Week un modello tartan rock e glam allo stesso tempo che ci porta nell’atmosfera del paradiso dei punk, Camden Town. Anche Jil Sanders non ha resistito a portare le galoche sulla catwalk: le calzature proposte dalla maison sono a pieghe total white e sono perfette con qualsiasi tipo di outfit, dal casual al bonton.

I rain boots sono nati in Inghilterra all’inizio del XIX secolo e hanno fatto il loro debutto ai piedi del Duca di Wellington, Arthur Wellesley (ecco perché in Gran Bretagna sono ancora chiamati “wellies”). Originariamente erano realizzati in pelle, ma a metà del 19esimo secolo un uomo di nome Hiram Hutchinson acquistò il brevetto da Charles Goodyear per produrre la gomma morbida che sarebbe stata poi usata anche per i pneumatici. Questo particolare tipo di gomma era chiamata Wellingtons, e iniziò a essere utilizzata per fabbricare le galoche, un tempo indossate dagli agricoltori per lavorare tutto il giorno e avere sempre i piedi asciutti.


Tags: , ,




Previous Post

UN “TOCCO” di HALLOWEEN !

Next Post

Il marsupio in pelle è l'accessorio casual da indossare su ogni outfit





You might also like



0 Comment


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *