Breaking

ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianJapanesePortugueseRussianSpanish

Il vostro bimbo succhia il dito? Può essere una necessità!

Blog / Home Slider / KIDS / May 31, 2015

Sono davvero molti i bimbi che succhiano il dito comportando modifiche alla struttura della bocca, cosí ci siamo chiesti: perchè avviene questa abitudine viziata?

Se avete seguito i nostri incontri delle settimane precedenti, avrete potuto fare con noi un buon percorso di informazione sulla salute orale dei bimbi.

Se vorrete rileggere alcuni dei precedenti post, lo potrete fare attraverso i seguenti link.

http://www.imurr.com/e-vero-che-la-bocca-influenza-la-postura/

http://www.imurr.com/apparecchio-si-o-apparecchio-no/

http://www.imurr.com/la-prevenzione-a-6-anni/

http://www.imurr.com/la-prevenzione-orale-dai-3-ai-6-anni/

http://www.imurr.com/i-denti-dei-nostri-bimbi-la-prevenzione/

http://www.imurr.com/22037/http://

www.imurr.com/istruzioni-per-la-prima-visita/

http://www.imurr.com/come-preparare-il-nostro-bimbo-alla-prima-visita-dal-dentista/

 

Come sempre, faremo al nostro esperto di odontoiatria infantile, Dr Gaetano de Nicolo, del centro di odontoiatria e ortodonzia Omniadent di Milano, alcune domande.

Perchè i bimbi succhiano il dito?

La suzione delle dita nei bimbi viene vista spesso come un vizio che dev’essere interroto in qualunque modo, a volte anche con apparecchi ortodontici oppure costringendo il bimbo a non farlo con conseguente frustrazione per il piccolo.

Cerchiamo di andare un pó nel profondo della questione.

In realtà la suzione è una delle prime attività che il bimbo effettua già durante la gestazione.  La funzione della suzione non è fine a se stessa durante lo sviluppo dell’embrione e quindi del bimbo, ma è utile anche per distribuire una pressione positiva al cranio affinchè subisca il corretto sviluppo.

Per la teoria Osteopatica, il cranio del bimbo, durante la gestazione a causa di particolari posizioni o durante un parto un pó difficile, puó subire degli schiacciamenti che possono comportare delle modifiche strutturali del cranio tali addirittura da essere notate anche dai genitori alla nascita del bimbo. Il più delle volte queste alterazioni strutturali, dopo qualche settimana non si notano più e questo è anche grazie alla suzione che il bimbo effettua per alimentarsi.

A volte peró parte di queste asimmetrie restano nella parte profonda del cranio, anche se non visibili, e qui il bimbo potrebbe sentire l’esigenza di manipolarsi per liberare le tensioni e lo puó fare con il ciuccio oppure con il dito.

 

Quindi succhiare il dito puó essere un’esigenza? 

Si, puó essere un‘esigenza che il bimbo avverte e quindi è davvero difficile per lui interrompere questa abitudine.

Gli osteopati riescono peró con i loro trattamenti a rimuovere le tensioni sul cranio e così i bimbi riescono più facilmente a smettere.

Questa è una delle cause, ovviamente abbiamo anche gli aspetti emotivi che spingono il bimbo a desiderare un contatto continuo con la mamma, ma questo è un aspetto di pertinenza psicologica.

 

E quando la bocca si è deformata a causa del succhiamento protratto, cosa si fa?

La cosa più importante è fare una diagnosi del problema, l’odontoiatra deve intercettare se si possa trattare di un problema strutturale o psicologico ed inviare prima di tutto il bimbo dallo specialista di competenza affinché elimini la causa. Fatto ció, possiamo prima di tutto aiutare il bimbo a evitare l’atteggiamento di abitudine con semplici consigli, poiché il piccolo a questo punto, essendo stato supportato sulla causa del problema, sarà più predisposto ad interrompere l’abitudine, ma proprio perché si tratta di un’abitudine dobbiamo interrompere il rituale gesto. Lo possiamo fare consigliando di mettere dei cerottini colorati sul dito che preferisce succhiare spiegando al piccolo che serviranno a far si che non si dimentichi di attuare una strategia, ovvero, quando sente il cerottino deve ricordarsi di togliere il dito dalla bocca.

Fatto ció a seconda dell’età in cui ci troviamo possiamo o meno intervenire nel ripristino strutturale dello scheletro mascellare alterato, attraverso apparecchi ortodontici che ci consentiranno di rimettere in ordine la forma della bocca.

Per concludere, il consiglio che vogliamo dare a tutti è quello di ragionare sempre sulla causa del problema, per evitare di concentrarsi solo sull’effetto che potrebbe in questo modo essere di difficile risoluzione.

 

Continuate a seguirci e se avete piacere di ricevere ulteriori informazioni dal Dr Gaetano de Nicolo scriveteci su questo blog o nella nostra pagina ufficiale di Fb.

Un bacino a tutti

I MURR

dito 1

 

 


Tags: , , , , , , , , , , , , , , , ,




Previous Post

TIMBALLO DI FIORI DI ZUCCHINA

Next Post

Vintage: 90s Mania





You might also like



1 Comment

on November 4, 2019

Sono regolari lettore, come stai tutti? Questo articolo pubblicato su questo sito pagina web veramente veramente bello buona
esigenti. – facebook.com/CalatorPrinRomaniaTuristica/



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *