Breaking

ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianJapanesePortugueseRussianSpanish

Ferragosto, un periodo di riposo e di festeggiamenti

Blog / KIDS / August 17, 2014

Ferragosto, un periodo di riposo e di festeggiamenti, istituito dall’imperatore stesso nel 18 a. C., che traeva origine dalla tradizione dei Consualia, feste che celebravano la fine dei lavori agricoli. Il 15 agosto si celebra l’Assunzione di Maria Vergine e, come tutti i giorni di festa, nell’usanza popolare del Bel Paese si trasforma in un’occasione per trascorrere delle ore all’insegna del divertimento, del relax e della buona cucina. Chi già si trova in vacanza organizzerà sicuramente un pranzo speciale, chi è ancora in città si muoverà con molta probabilità verso il litorale, magari per un weekend lungo al mare.


Un’inquietante credenza popolare ordina che a Ferragosto non si debba fare il bagno, ma tenere i bambini al mare lontani dall’acqua, si sa, è veramente molto difficile. Leggende a parte, certo è che a Ferragosto i rischi connessi alla balneazione sono maggiori, proprio perché il numero di bagnanti aumenta (ai villeggianti si aggiungono presumibilmente, come anzidetto, coloro che raggiungeranno le spiagge per godersi il ponte o il solo giorno di festa) sia perché si è spesso  appesantiti dal pranzo più ricco, tipico di questa giornata.


Ecco allora che, per scongiurare i pericoli connessi alla goliardia di tali giornate, è bene seguire dei piccoli ma preziosi accorgimenti volti ad evitare incidenti più o meno gravi, dai malori al peggior caso di annegamento. In primis, se decidete di recarvi in spiaggia il pomeriggio, lasciate trascorrere almeno tre ore dal pranzo prima di fare il bagno; se la giornata è molto calda e i bambini sudati, bagniamo loro la nuca, l’addome e il petto prima di farli entrare in acqua; evitiamo di far fare loro bagni lunghissimi e facciamoli uscire ai primi sintomi di freddo; vietiamo loro assolutamente e categoricamente di entrare in acqua, se il mare è mosso, la bandiera è rossa o l’acqua è molto, troppo fredda.

foto (54)


Non perdiamo mai di vista i bambini più piccoli, anche sulla riva: bastano pochi attimi per far accadere il peggio, specialmente quando la spiaggia è molto affollata e rumorosa. Facciamo attenzione ai gavettoni ed educhiamo i nostri bambini a non infastidire chi non ha voglia di giocare a questo gioco o, comunque, usare prudenza nello scherzo: non di rado capita che insieme all’acqua finiscano nel secchiello sabbia, sassi ed altri residui che possono procurare lesioni a chi riceve il getto o che, nell’irruenza, si colpisca il malcapitato di turno con lo stesso secchiello di plastica.

foto (55)


Alla prossima
TATA ROX


Tags: , , , ,




Previous Post

RISOTTO AL SAPORE DI MARE

Next Post

ICON WOMEN - Lauren Bacall





You might also like



0 Comment


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *