Breaking

ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianJapanesePortugueseRussianSpanish

LA PREVENZIONE A 6 ANNI

Blog / Home Slider / KIDS / April 26, 2015

Chi ci segue, sa che la nostra rubrica, legata alla prevenzione dentale nel bambino, parte da qualche puntata fa, noi lo riepiloghiamo ogni sempre, per spiegare a chi ci legge per la prima volta che potrebbe avere delle curiosità, appagabili con i precedenti posts..

Andate pure a vederli attraverso i seguenti links!

http://www.imurr.com/la-prevenzione-orale-dai-3-ai-6-anni/

http://www.imurr.com/i-denti-dei-nostri-bimbi-la-prevenzione/

http://www.imurr.com/22037/

http://www.imurr.com/istruzioni-per-la-prima-visita/

http://www.imurr.com/come-preparare-il-nostro-bimbo-alla-prima-visita-dal-dentista/

La nostra missione è quella di aiutarvi nel rendervi consapevoli di una serie di informazioni utili per il benessere del vostro bambino, ma anche dell’intera famiglia, poiché, quando le cose filano giuste, tutta la famiglia è serena.

Per cui,  affrontiamo oggi la prevenzione dentale nel bimbo ai 6 anni. Un momento di crescita importante nella prevenzione della bocca dei nostri bimbi, e perché vi chiederete? Vogliamo sempre trasferire ciò che noi abbiamo vissuto, offrendovi il meglio che abbiamo trovato e aiutandovi nell’evitare alcune difficoltà che noi stessi abbiamo incontrato. Per tale ragione, faremo un’intervista al nostro referente Odontoiatrico, il dr. Gaetano de Nicolo, direttore clinico del centro Omniadent di Milano, che ci ha supportato nel lavoro dei precedenti articoli,  facendogli le stesse domande che abbiamo posto anche noi, in qualità di genitori.

Perché 6 anni è un momento importante per valutare la bocca dei bambini?

Ci sono diverse ragioni per cui questo è un momento importante. Intorno ai 6 anni, ha inizio l’uscita dei primi denti permanenti, che sono i centrali inferiori e i molari posteriori. Questo è sia un momento di gioia in famiglia, poiché la perdita dei primi dentini diventa una festa, in quanto sancisce l’inizio del passaggio da bambino ad adulto, sia un momento in cui bisogna fare i conti con denti che dovranno durare tutta la vita!!

L’importanza dell’uscita dei denti permanenti, vede 3 obiettivi:

1- Raggiungere un buon livello di igiene orale, attraverso un training con l’igienista dentale, che metterà a punto tutta una serie di strategie, per prevenire la carie e disturbi gengivali.

2- curare subito eventuali carie e sigillare attraverso delle “vernicette a base di fluoro” i denti permanenti posteriori per evitare che si ammalino di carie.

3- verificare la posizione dei denti permanenti affinché siano corrette, poiché se non lo fossero, sarà utile intervenire con delle correzioni di ortodonzia intercettiva (ovvero apparecchi per i bimbi di questa età).

E come fa un’igienista dentale ad interagire con un bimbo di 6 anni?

L’igienista dentale è una figura professionale ben strutturata e consolidata in Italia oggi, sono dei dottori dell’igiene della bocca. Naturalmente, chi approccia i bambini, deve aver fatto un percorso di formazione ed esperienza per saperli gestire e trattare con cura. A 6 anni il bimbo inizierà la sua prima pulizia professionale dei denti, che sarà dedicata alla sua situazione individuale, e affronterà con l’igienista il primo approccio di formazione all’igiene domiciliare, ovvero, gli verrà spiegato in modo semplice come deve lavare i denti a casa, strutturando un rapporto di fiducia reciproca che consentirà al bimbo di voler restituire dei risultati buoni all’incontro successivo. Tale momento vedrà coinvolti anche i genitori, poiché dopo aver spiegato al bimbo come deve lavare i denti, le stesse informazioni vengono riviste con i genitori, affinché a casa possano monitorare la prevenzione del bimbo.

E’ doloroso per il bambino sottoporsi alla pulizia dei denti?

Assolutamente non deve esserlo! Ma questa regola vale anche per gli adulti. Se gli adulti ci concedono qualche piccola sensazione di sensibilità, il bimbo, non è disposto ad accettare nulla! per questo motivo, l’esperienza dell’igienista dentale che si occupa di infanzia, farà sì che la seduta di igiene sia un momento tranquillo e sicuro, senza disturbi di nessun genere anche perché diversamente sarebbe davvero difficile poter riproporre al bimbo una seconda esperienza nel prossimo futuro.

Con quali strumenti i nostri bimbi possono fare la giusta prevenzione?

Gli strumenti per la prevenzione sono davvero diversi, si sa bene che abbiamo lo spazzolino, il dentifricio, il filo interdentale etc etc, ma quale usare? Abbiamo in commercio una vasta offerta di prodotti per la prevenzione dentale, con diverse caratteristiche. Sarà l’igienista a consigliare nello specifico i prodotti più affini alla prevenzione del singolo soggetto.

E cosa sono le sigillature?

Le sigillature sono delle resine che vengono posizionate nelle superfici masticanti dei primi molari permanenti (che erompono intorno ai 6 anni), per evitare che, l’inesperienza che il bimbo ha nell’igiene dentale possa comportare la formazione di carie precoci su denti che vogliamo rimangano per tutta la vita!

Mettere le sigillature sui denti, non vuol dire vaccinare i denti dalla carie, per cui non si può pensare che fatto ciò sia possibile non lavare i denti!

La prevenzione è l’unico mezzo che abbiamo per evitare trattamenti invasivi e costosi, grazie a ciò negli ultimi 50 anni, abbiamo potuto verificare un cambio importante in Italia della salute orale della bocca. Tanto più rendiamo i nostri bimbi consapevoli di questo, tanto meno avremo bisogno di intervenire su di loro. La prevenzione è un vero investimento sulla salute.

La prossima settimana affronteremo insieme al dr. de Nicolo, quando a sei anni è necessario mettere l’apparecchio e perché.

Vi aspettiamo come sempre numerosi!

Se avete delle domande da fare al nostro esperto non esitate: approfittate di questa opportunità.

Bacini.

I MURR

 vsb_89


Tags: , , , , ,




Previous Post

TIMBALLO DI QUINOA CON ASPARAGI E FAGIOLI ROSSI

Next Post

#StarWarsDayMilano - TUTTI PAZZI PER STAR WARS!





You might also like



0 Comment


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *