Breaking

ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianJapanesePortugueseRussianSpanish

Da Alberta Ferretti a Jil Sander: le coperte del Marocco diventano cappotti

Fashion / December 6, 2018

Se c’è una cosa che non si può dire di quest’autunno inverno 2018 sicuramente è che manchino i trend. Le passerelle hanno tirato fuori una quantità incredibile di capi must have per quest’anno e, a essere sinceri, è davvero difficile stare dietro a tutto ciò che è uscito fuori dalle catwalk. Noi però ci proveremo lo stesso, perché di certo non possiamo rischiare che andiate in giro con indosso i trend dell’anno scorso! Dopo le ecopellicce animalier, i cappotti in tartan, i Montgomery e il principe di Galles, bisogna aggiungere alla lista dei cappotti più di tendenza le cosiddette “coperte del Marocco”.

C’è chi ama essere sobrio e chi ama esagerare. I cappotti che traggono ispirazione dalle magnifiche coperte del Marocco sono un’efficace via di mezzo tra queste due caratteristiche. Ma cosa vuol dire? Che l’Africa, quella terra lontana da noi spesso solo immaginata e sognata, è giunta fino a noi tramite le catwalk di Alberta Ferretti, Jil Sander, Isabel Marant e Gucci. Il Marocco, il paese crocevia di antiche culture che sanno di tradizioni antiche e notti chiare, è la stella polare per queste maison, che gli hanno dedicato delle meravigliose capsule collection.

Forse non tutti sanno che in Marocco di giorno le temperature sono molto elevate, ma la sera si abbassano drasticamente. I beduini abituati a viaggiare nel deserto, quindi, sono soliti coprirsi con delle grandi e calde coperte per non avere troppo freddo. Ed ecco quindi che Alberta Ferretti ci regala una bellissima mantella molto elegante dalle finiture d’oro, mentre Jil Sander opta per i tagli asimmetrici e i colori caldi. È sicuramente questa la linea che più si è mantenuta fedele alla definizione originale di “coperta del Marocco”.

Si richiama un po’ allo stile Navajo Isabel Marant, che però segue il trend che vuole le influenze arabe, berbere, europee e africane sulla propria passerella. Stilosissimo invece Gucci che, nella persona di Alessandro Michele, ha dato una sua interpretazione unica e originale delle notti d’Oriente.


Tags: , , , ,




Previous Post

Tornano gli outfit in jeans tipici degli anni '80

Next Post

Le scarpe pitonate sono la new entry dell'inverno 2018/2019





You might also like



0 Comment


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *