Breaking

ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianJapanesePortugueseRussianSpanish

VIVA IL FUTURO

Liberi di............... / December 2, 2012

Sono stufo di chiedere alla gente “come stai”?  La risposta e’ sempre la stessa: in Italia stanno tutti male.

Siamo diventati un paese di infelici, incazzati, insoddisfatti…. sappiamo solo lamentarci:
la crisi……….., il governo……….., il lavoro…………….
MA COSA FACCIAMO PER CAMBIARE QUESTA SITUAZIONE??????

COSA FACCIAMO PER AVERE UN FUTURO MIGLIORE?

ASSOLUTAMENTE NIENTE!!!!!!!!!!
Il problema e’ che siamo un popolo di vecchi, siamo un paese dove I GIOVANI vengono visti come un PROBLEMA e non come una RISORSA, siamo un paese che vive di rendita della creativita’ dei nostri avi.
Ci fanno vivere, anzi VEGETARE nel nostro malcontento, levandoci ogni giorno degli stimoli, ammazzando i nostri sogni.
Io penso che l’ITALIA sia il paese piu’ bello al mondo e piu’ variegato, con i suoi dialetti, usi e costumi, cibo, pieno di bella gente che sogna di poter cambiare la propria vita, ma che pensa di farlo con il superenalotto.
Io penso che noi Italiani siamo BELLA GENTE che ha bisogno pero’ di trovare il senso di patria e di nazione.
Dobbiamo acquisire la fiducia nel nostro paese per poterlo cambiare.
Dobbiamo sentirci ITALIANI e non pensare solamente al piccolo orticello dietro casa, ma ad un grande orto chiamato ITALIA, dove tutti hanno un unico obbiettivo, dove tutti lottano per un bene comune e dove non c’e’ piu’ “la legge del piu’ furbo”.
Io so che quest’ ITALIA esiste e che e’ solo dormiente, io so che quest’ ITALIA e’ stufa di questa amministrazione e di questa opposizione, perchè loro sono il vero tumore del paese, un tumore che ormai si e’ trasformato in metastasi.
Dobbiamo cambiare perchè siamo un paese di scontenti, prendendo esempio dai paesi anglossassoni dove le amministrazioni e gli amministratori del paese che non funzionano vengono mandati a casa senza neppure avere la possibilita’ di riciclarsi in altre sigle e partiti, continuando cosi’il ciclo della vita con nuove generazioni ossia IL FUTURO.
Siamo un paese pieno di talenti, pieno di giovani capaci e pronti al cambiamento.
Dobbiamo solamente mandare a casa tutti quelli che ormai, da troppo tempo, stanno distruggendo il nostro futuro.
Scusatemi, ma il mio non e’ uno sfogo politico, e’ solo lo sfogo di un papa’ che è preoccupato per il futuro del suo bambino.

IO CREDO NEL MIO PAESE,

IO CREDO IN UN FUTURO MIGLIORE,

IO LOTTO PER UN FUTURO MIGLIORE

MA

PER ARRIVARE AD UN FUTURO MIGLIORE

DOBBIAMO CREDERCI TUTTI INSIEME!!!!!!!!!!!!!!

Orgoglioso di essere Italiano







Previous Post

Gianluca Saitto veste Morgan a "X FACTOR 6"

Next Post

Gucci - S/S 2013 Preview Acccessories





31 Comments

on October 26, 2011

Ecco, in serate come queste, con fuori la pioggia, davanti una tisana fumante e decine di riviste, un esame alle porte (ah, il dovere..!) e il dilemma se riprendere o no a scrivere mi serviva uno scossone così.
Siamo tutti così bravi a postare link e citazioni sull’essere folli e affamati, ma la realtà è che per esserlo davvero servono a volte due scatole così (scusate il francesismo). Serve coraggio, servono sogni che non hanno paura di rimanere in un angolino, servono idee che non vengono oscurate dalla paura che niente cambierà o dalla pigrizia.
Serve crederci, in ogni momento e con un sorriso grande così.
Ed è bello sapere di non essere soli.
Bravi Murr!
<3

    on October 26, 2011

    Grazie Sara
    e’ bello sapere che non si e’ soli, ma che siamo in tanti ad avere le stesse esigenze
    love

on October 26, 2011

Eh sì, io sono completamente d’accordo con te ma serve una sferzata enorme per ribaltare la situazione, e quella sferzata deve venire anche e soprattutto nelle nostre teste, ci deve svegliare, gridare: “Dai muoviti! Alzati e aggiusta le cose!”
Tu sei preoccupato per il tuo bambino, a ragione, io personalmente sono preoccupata in questo momento per il mio futuro e spero di non doverlo essere per quello dei miei figli.
Siamo anche il paese del “Sei figlio di Tizio? Bene allora ti troviamo un posto di lavoro”, sono pochi quelli che ce la fanno con le proprie gambe, e andrebbero presi come esempio. Cosa passa ai giovani in questo modo? Che non serve studiare, non serve essere educati al sacrificio (inteso come fatica per raggiungere qualcosa) ma basta conoscere le persone giuste… E il gioco è fatto! (anzi, il lavoro è trovato!) Non è il paese della meritocrazia, purtroppo.
Ma sai cosa è assurdo? Che nessuno reagisca! Tutti si lamentano in università, a casa, su facebook… Ma poi? Il silenzio.
Come fai a sognare così? Sognare per cosa? Perché rimanga un sogno? Sì certo, è bello… Ma se alcuni sogni possono rimanere tali, su altri ci si basa una vita, e si tenta, si studia, si prova, e spesso la porta è chiusa…non perché tu sia inadeguato ma perché c’è qualcuno più furbo di te.
È vero… Siamo noi a dover reagire.
Scusate il commento un po’ lungo (si vede che non ho sonno stasera?)
Baci…

    on October 26, 2011

    Brava Marta, hai affrontato il tema della meritocrazia, che e’ un tema che mi tocca molto. ho studiato e vissuto nei paesi anglossassoni dove ci scherniscono dicendo che il nostro bel paese va avanti con le conoscenze.
    io penso che questo sistema malato debba finire, il nostro paese e’ pieno di persone che valgono e che sono figlie di persone normali, umili e dignitosissime.
    Persone che per arrivare hanno dovuto sacrificare, ma che solo la loro preparazione, il loro valore, la loro determinazione ed il loro sogno li ha portati a raggiungere l’obbiettivo.
    Queste persone siamo noi, te, sara e mille altri, che scalpitano per arrivare ad avere un paese giusto.
    dobbiamo unire i nostri sogni, le nostre forze, il nostro amore

on October 26, 2011

È vero… Da soli non si va da nessuna parte!

    on October 26, 2011

    L’UNIONE FA LA FORZA

on October 26, 2011

…”dobbiamo sentirci Italiani e non pensare al piccolo orticello dietro casa”… Questa è la frase che più mi ha colpito miei Murr, perchè l’ho pensato anch’io, tante, tante volte! Purtroppo però viviamo in un paese dove a parte il fatto che ognuno pensa al proprio tornaconto, c’è anche un “campanilismo pazzesco” che a volte rasenta il razzismo. Il fatto di essere “proud” della propria terra, delle proprie origini, non significa che non dobbiamo sentirci prima di tutti ITALIANI!! Se non riuniremo le nostre forze, se non penseremo TUTTI al bene di TUTTI..saremo persi. E prima di tutti lo dovrà fare la nostra classe politica. Il futuro è adesso, il futuro è qui, dobbiamo muoverci tutti insieme per dare ai nostri figli una vita migliore.

on October 26, 2011

Sono perfettamente d’accordo. Odio le persone che si lamentano sempre, non sorridono mai e, soprattutto, non si prendono mai in giro. Un mio grande pregio è il sorriso e la risata sempre pronti. Leggerezza è la parola d’ordine. Leggerezza ma non superficialità. Un abbraccio a Roberta. Ti vedo spesso commuoverti e mi piaci!!!

    on October 28, 2011

    Contraccambio l’abbraccio.
    Antonio ti rispondera’ personalmente.
    baci+
    I MURR

on October 27, 2011

Carissimi MURR
sono pienamente d’accordo con te Antonio!!!
Sembre di essere in un incubo!!!
VIVA I GIOVANI, VIVA I NOSTRI BAMBINI LORO SONO IL FUTURO!
LOVE MURR
Bacini Roberta Antonio

    on October 27, 2011

    ANTONIO LE TUE PAROLE MI HANNO COMMOSSO.
    Bacini Roberta Antonio
    LOVE MURR

on October 27, 2011

concordo in pieno…fantastico articolo…..
bacini

    on November 1, 2011

    grazie a tutti!!!!!!

on October 28, 2011

pienamente d’accordo con te …io come giovane che in questo momento cerca di reinventarsi, capisco benissimo quello che vuoi dire.Ma due PERSONE FAVOLOSE e piene di amurr, qualche mese fa mi hanno spronato e detto che nn devo mollare che i risultati arriveranno….step by step arrivano,nn bisogna mollare anche se a volte ci prende lo sconforto…una sferzata di amurr ed è tutta un’altra cosa <3
e di nuovo in pista cercando sempre di migliorarsi per essere pronto per quando la grande occasione busserà alla mia porta <3

    on October 28, 2011

    ciao kaarl, per quale motivo stai cercando di reinventarti? scelta libera o indotta?in ogni caso sei molto fortunato ad avere vicino pesone che ti spronano e ti sostengono 🙂

    on October 28, 2011

    CARLO SEI NEL NOSTRO CUORE…..lo sai.
    FORZA, CORAGGIO e DETERMINAZIONE.
    baci+
    I MURR

on October 30, 2011

@ sara ho scelto di reinventarmi perchè avevo un po’ di tristezza nel cuore e nn mi sentivo più pienamente felice.
@roby lo so anche voi nel mio

on October 30, 2011

Eccomi qui direttamente da Fb miei cari Murr…Leggo questo post, cara roberta, e mi sembra di parlatre guqardandomi allo specchio. Quasi 7 mesi fa mi sono laureata in chimica, dopo 5 anni di fatiche inimmaginabili, di vita sociale quasi azzerata, di Natale e Capodanno sui libri, di estati vissute a metà. Ero contenta, oh ero felice, perchè tutte quelle rinunce mi hanno donato il massimo dei voti…e tutti che mi dicevano che splendido futuro mi aspettasse, che soddisfazioni, che vita impegnata avrei dovuto gestire… Il risultato sono stati 2 soli colloqui in 6 mesi, con la sottoscritta quasi derisa per la mancanza di esperienza e per la giovane età. Come se essere 25enne e aver dedicato tutte le proprie energie a un 110 e lode fosse una colpa capite? Ma io mi facevo forte con la mia convinzione che ogni tipo di lavoro sarebbe andato bene, magari avri potuto avvicinar il mio adorato mondo della moda lavorando in un bel negozietto di abbigliamento no? Ma anche lì le solite frasi..eh non hai esperienza!! Un rifiuto dopo l’altro…ma noi nn ci arrendiamo vero roberta? Ed è così infatti, da lunedì mi aspettano in un negozio di elettronica, non certo tra le mie aspirazioni ma il mio sorriso è qui pronto per tutti i futuri clienti, la mia voglia di fare è alle stelle! E tra un giro di shopping e una serata passata a cucinare, questa giovane donna si farà strada anche nel lavoro che dite???

    on October 30, 2011

    Eccomi, ma non sono Roberta, il post era un mio sfogo, perché mi sento demotivato a continuare a vivere in questo paese. Tutti noi siamo scontenti ma nessuno fa niente, siamo seduti, adagiati nel nostro falso benessere. Io vorrei scappare ma poi penso che quest’italia e’ il mio paese, e penso vada la pena cercare di cambiare qualcosa, non di certo facendo salire questa opposizione al governo, finiremo dalla padella alla brace, bisogna mandare tutti a casa e riniziare da capo. Come può una pianta germogliare e essere prosperosa se non la potiamo e tagliamo tutti i rami secchi?
    Bacionissimi d’aMURR

    on October 30, 2011

    Ciao tesoro, diciamo che hai un grande futuro davanti, che le persone mediocri che hai incontrato fin ora non ti fermeranno.
    Leggendo queste righe abbiamo capito che sei una persona speciale, una 25 enne con la PALLE, che ha sacrificato tantissimo per poter arrivare a completare gli studi, con tanto entusiasmo e tanto AMURR.
    Purtroppo la mamma dei ciglioni e’ sempre incinta, ed il mondo e’ pieno.
    Ma il mondo e’ pieno anche di persone speciali come noi, persone che credono nel rispetto, nella professionalita e nella meritocrazia che non fa proprio parte della nostra cultura.
    Tutti noi insieme possiamo cambiare questo nostro bel paese, rompendo il circolo vizioso della conoscenza che impiega gli idioti in posti di lavoro che non gli competono, dobbiamo solo sincronizzarci ed unire le nostre energia.
    Siamo tutti saturi e stanchi di questa gestione.
    Lunedì vai a fare il colloquio e prenditi quel posto che ti meriti, vai con la tua determinazione, professionalita ed umiltà e sarai premiata
    Tienici aggiornati
    Bacioni d’aMURR

on October 30, 2011

Cari i miei cari Murr,
ho appena scoperto il vostro blog e vi scrivo per dirvi che vi amo. Sì, come una teenager scema, vi amo 🙂
Un mese e rotti fa vi avevo anche dedicato un post sul mio blog: http://almaggese.blogspot.com/2011/09/hasta-lo-stile-siempre.html
A volte sono un filo sboccatuccio, ma magari vi fa ridere…
Love love love!

    on October 30, 2011

    Ciao tesoro che bello ricevere la tua lettera, anche noi vi amiamo tutti, siamo felici che ci segui sul nostro blog, e’ la nostra porta con tutti voi. Vi vogliamo attivi ed interattivi. Bacionissimi d’ aMurr

    on October 30, 2011

    Ciao tesoro, eccoci, e sai che ieri Roberta frugando nel web ha scoperto il tuo DELIZIOSISSIMO post. Ci e’ piaciuto tantissimo, molto diretto, sincero, sboccato quanto basta ma molto garbato, non vediamo l’ora di mostrarlo a Giusi.
    Abbiamo cercato di condividerlo sulla pagina de i Murr di fa Eboli ma non ci siamo riusciti. Puoi farlo tu? Anche noi ti amiamo TANTISSIMO. LOTS OF LOVE & aMURR

on October 30, 2011

Mamma mia, che onore e non lo merito. Grazie grazie, più di questo non so che dire. Il mio aMURR per voi aumenta ah se aumenta… vi amo!
Antonio, non capisco però quanto hai scritto sulla pagina di Eboli? Tesoro, cosa ci fai ad Eboli?! (Eboli = comune italiano di 38.470 abitanti della provincia di Salerno).
Hasta la vista, y lo stile, chevvelodicoaffà…

on October 31, 2011

io credo un giorno per volta, io credo nel nulla e in quello che non c’è. Nel futuro chiusa dentro la mia stanza. Io credo nella forza di affrontare il male, io credo che tutto si può sopportare.
Io credo che diventerò una Gran donna.
Il resto dentro di me si muove.
Guardo l’Italia e sogni di viaggiare.

    on October 31, 2011

    sei una gran forza della natura e sei gia’ una gran donna!!!!
    sei nel nostro cuore…..
    bacini

on November 3, 2011

Antonio Roberta buona giornata… In questi giorni ho visto per caso una puntata di Matrix dove era ospite la direttrice o giornalista (non sono sicura) della rivista A. Ha detto tutte le cose di cui si sfogava quì Antonio. Ha parlato della meritocrazia e ha detto che la sua rivista diventa da oggi tramite per i giovani, le persone che hanno tanto studiato e che MERITANO il posto giusto di lavoro!!!!
E’ su questa rivista che hanno messo le Vostre interviste? Mi sembrava l’aveste detto tempo fa….
BACINI
CON TANTO aMURR
LOVE TANTO MURR

    on November 6, 2011

    si proprio su A.
    Grazie per averci aggiornati su questa cosa.
    bacini

on November 9, 2011

ti capisco moltissimo e ci penso ogni giorno. nella mia vita ho fatto scelte poco condivisibili e che seguivano poco la ‘convenienza’, ho scoperto dimensioni o sono cresciuta nel mito di luoghi dove il senso di patria e di cultura di appartenenza c’è davvero. Io a 35 anni, con molte capacità e conoscenze accumulate che tanti si sognano e che in questo paese pochi hanno, lavoro ancora per un mero rimborso spese, perché voglio poter dare qualcosa che io amo davvero e trasmettere così la mia passione a chi a un futuro aspiro ancora… eppure non escludo che prima o poi, per tirare avanti la carretta, le mie conoscenze dovrò decidere di esportarle all’estero… con grande dispiacere. Io vedo una mentalità italiana che sbaglia persino in rete, all’estero ho conosciuto blog, forum e community dove ti accolgono a braccia aperte, rispettano le tue opinioni e differenze e condividono sul serio, nelle realtà italiane vedo tanta frustrazione avvilente. la comprendo anche, ma so come te che non porta a nulla. Il puro talento spesso viene soffocato in questo paese, ma ho fiducia almeno nella rete per ora, dove ancora un giovane con del talento può promuovere se stesso senza essere amico o parente di nessuno. Dico a tutti, provateci, non fatevi influenzare dall’atteggiamento che c’è per strada, almeno in rete siate liberi finché si può… la stessa cosa dico agli insegnanti, voi sì potete un po’ cambiare il paese, ispirate i vostri studenti, date un esempio e non solo delle ‘regole’ perché quelle si dimenticano prima.

on January 6, 2013

caro Antonio,hai ragionissimo! però,io vedo,che ci sono anche giovani che non fanno niente per combattere,loro vedono come una cosa non grave,dicono….ma sì ,figurati dai non fare la polemica,bla bla bla…non prendono sul serio la cosa…è difficile riuscire a far un discorso con loro ,perchè quasi si annoiano,e cambiano discorso.Anche perchè tanti giovani,sò perchè li conosco,hanno il papà che sganciano…e quindi è tutto più semplice per loro.chissà se mi hai capita.



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *