Breaking

ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianJapanesePortugueseRussianSpanish

SPECIALE CURVE: I VESTITI DELLA PE 2014

Blog / CURVY / Fashion / Home Slider / July 4, 2014

Apri l’armadio e via. Hai risolto! Cosa c’è di più comodo di un vestito? Pochi minuti e… l’outfit è fatto! In realtà, non è proprio così, vero? Apri l’armadio, togli il vestito, ti guardi poco convinta e lo lanci più lontano che puoi. Magari pensi al giorno che lo hai comprato, a quell’inspiegabile e traditore attimo di debolezza… Non è il momento di perdere le speranze, bellezze! I vestiti sono un passepartout irrinunciabile per l’estate. Basta scegliere con cura i modelli adatti alla propria fisicità.

Iniziamo con le DONNE MELA. Lo ricordiamo, hanno spalle e bacino quasi della stessa misura; punto vita poco pronunciato e gambe solitamente slanciate. Il punto debole è la mancanza del punto vita. Ma si può creare con i tagli giusti. Il primo abito di Fendi per esempio è interessante per due ragioni: il taglio poco più su della vita e la linea svasata creano una figura armonica. Lo stesso risultato si può ottenere con un abito come quello di Ermanno Scervino, che ha la particolarità del disegno sui lati. Essendo in un colore scuro, qui blu, scolpisce magnificamente la silhouette.

FOTO 1 (61)

La stampa può essere un valido alleato, se sapientemente scelta. Di solito le righe orizzontali sono da evitare ma, nel caso delle stripes di Missoni facciamo un’eccezione. La riga più centrale nera lascia immaginare che il punto vita ci sia eccome! Inoltre, il taglio stile impero dell’abito nude di Ferrè sembra essere stato inventato proprio per le donne mela. Mette in evidenza il seno e nasconde i punti di debolezza, con l’aiuto di una cintura maxi.

FOTO 2 (63)

Arriviamo alle DONNE PERA. Hanno la parte inferiore del corpo più larga di quella superiore. L’adipe di solito si accumula giù, su lato B e cosce. I vestiti consigliamo di indossarli spesso, a patto che siano stretti in vita e morbidi sui fianchi. Sfrontato e avant garde con gonna a ruota quello di Dior. Il respiro è anni ’50 ma lo stile è tutto proiettato verso la sperimentazione più libera e vivace. Perfetti anche gli abiti lunghi, fluidi e svasati, magari con una cintura a contrasto, qui di Donna Karan.

FOTO 3 (52)

Ma la fisicità a pera, si sa, è quella tipica delle donne mediterranee. Che sinuosamente incarnano il sempiterno Sicily style di Dolce&Gabbana. E, per le più nostalgiche, mood da pin up: corpetto, gonna maxi e, naturalmente, occhiali a farfalla da diva del cinema di Dsquared2!

FOTO 4 (36)

Chiudiamo con le DONNE BANANA. Longilinee, fianchi e spalle della stessa misura e seno di solito piccolo. Le adoriamo in stile sporty. È perfetta la collezione di Gucci su di loro, fatta di sovrapposizioni e giochi di volumi. Ci piacciono tanto anche i mini dress. Delizioso quello di Elie Saab, in piena flower-mania.

FOTO 5 (35)

Via libera alle scollature anche molto profonde come nel vestito di Jil Sander. Il seno piccolo lo permette senza sconfinare nella volgarità. E certamente i modelli fascianti di Versace. Amplificano la figura regalando… le curve!

FOTO 6 (4)

E ora aMURRine, capite come siete fatte e poi sbizzarritevi… niente di più comodo di un vestito, no? Ricordate che, per le più curiose, nel nostro libro Vestiti con stile trovate l’elenco completo dei modelli favoriti e di quelli da evitare… lo shopping non avrà più segreti per voi!

I MURR







Previous Post

LIFESTYLE – TEMPO… DI DONARE

Next Post

CROCCANTE AL CIOCCOLATO CON FIOCCHI DI CEREALI E FRUTTA SECCA





0 Comment


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *