Breaking

ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianJapanesePortugueseRussianSpanish

LE PARDULE DI RICOTTA DI ZIA PINA

Blog / Food / Home Slider / RICETTE / May 14, 2016

Amiamo la Sardegna e le due tradizioni a tal punto che spesso cuciniamo piatti tipici come i dolci che ci riportano immediatamente all’estate e alla nostra vacanza in questa terra ancestrale.

È per questo motivo che, essendo venuta a trovarci dalla Sardegna zia Pina, le abbiamo chiesto di cucinarci le PARDULAS.

Abbiamo seguito e assistito alla preparazione e vogliamo condividere con voi la sua speciale ricetta.

Difficoltà: media

Preparazione: 1 ora circa

Cottura: 30 minuti

Dosi: per 4 persone

Ingredienti:

200 gr di semola finissima

200 gr di farina 00

500 gr di ricotta fresca preferibilmente di pecora

150 gr di zucchero

50 gr di strutto

3 uova

1 scorza di arancia bio

e/o

1/2 scorza di arancia bio

1 bustina di zafferano

sale

Preparazione:

  • Per prima cosa impastate la farina, la semola e lo strutto, aggiungete un pizzico di sale  e aiutatevi con dell’acqua tiepida.
  • Ottenete un composto compatto e liscio lavorando in maniera energica la pasta e modellate a palla coprendo con un panno.
  • Lasciate riposare per almeno trenta minuti.
  • Mentre la pasta riposa, amalgamate il ripieno unendo alla ricotta le uova, lo zucchero, lo zafferano e la scorza dell’arancia e del limone grattugiati.
  • Trascorsi 30 minuti stendete l’impasto in sfoglia fina e con un coppetta pasta ritagliate dei cerchi con un diametro di 6-8 centimetri circa.
  • Una volta esaurita la pasta disponete all’interno di questi piccoli cerchietti un cucchiaino di ripieno a base di ricotta e sollevate i bordi pizzicando i lati in cinque punti diversi (dovrete formare delle piccole stelle).
  • Sistemate le vostre PARDULAS nella teglia precedentemente coperta con della carta forno antiaderente e mettetele nel forno preriscaldato a 170°.
  • Le pardulas richiedono una cottura per circa 30 minuti. Potranno essere servite calde o intiepidite.

I MURR’s tips

. Utilizzate ricotta di pecora asciutta e molto fresca altrimenti dovrete metterla  in un colino prima di utilizzarla per far drenare il liquido in eccesso.

. Non aprite il forno finché le pardule non risulteranno dorate altrimenti si sgonfieranno.

. In alcune zone della Sardegna utilizzano nella loro superficie il miele intiepidito e i diavoletti, (piccoli granelli di zucchero colorati): noi le preferiamo con lo zucchero a velo.

. Le pardulas possono essere spennellate con del tuorlo d’uovo o spolverate di zucchero a velo già prima di essere infornate.

. Le PARDULAS si conservano perfettamente in frigorifero per qualche giorno ed in freezer.

. Per far risaltare il sapore della ricotta ricordatevi di farle sempre intiepidire prima di mangiarle.

. Ricordatevi di aggiungere sempre il nostro ingrediente segreto: un pizzico di aMURR.

Bacini

I❤️MURR

Tutte le foto sono state scattate con iPhone 6 e iPhone 6 Plus 

FullSizeRender (63)


Tags: , , , , , , , , , ,




Previous Post

Lifestyle - Tempo di... Stimolare la creatività (Prima Parte)

Next Post

FOOD HUNTING: GESTO È aMURR





You might also like



0 Comment


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *