Breaking

ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianJapanesePortugueseRussianSpanish

LA FARINATA

Blog / Food / Home Slider / RICETTE / April 28, 2018

Di ritorno da New York abbiamo fatto tappa dai nonni in Liguria.

L’aria di casa ci ha fatto venire una grande voglia di un piatto tipico Ligure che non mangiavamo da moltissimo tempo: la farinata cotta nell’antico forno a legna di nonna e nel tipico tegame di rame da 60cm.

La nostra ricetta di famiglia e segreta,  è tramandata di generazione in generazione ma vogliamo condividerla con Voi.

 

INGREDIENTI

. Farina di ceci bio 450gr.

. Olio evo 1 bicchiere

. Acqua ml. 1350

. Sale 2 cucchiaini

. Rosmarino fresco fresco 2 rametti 

 

PREPARAZIONE

In una terrina mettete la farina setacciata (che evita i grumi) e aggiungete piano piano l’acqua intiepidita .

Girate con un cucchiaio sino a disciogliere tutta la farina continuando ad aggiungere l’acqua tiepida.

Aggiungete, continuando a mescolare, anche il sale e il bicchiere di olio evo.

Rimestate ancora e aggiungete il rosmarino fresco sminuzzato.

Lasciate riposare il più tempo possibile da qualche ora sino ad un giorno, in base al tempo a disposizione: il tempo ottimale sarebbe di preparare la miscela la sera prima.

Infornate in forno statico preriscaldato a 250° e fate cuocere nella parte bassa del forno, a contatto con il fondo, per i primi 10 minuti.

Se utilizzate il forno ventilato tenetela solo 7-8 minuti alla temperatura di 220° e poi proseguite normalmente.

Trascorso questo tempo spostate la teglia nella parte alta del forno e lasciate cuocere per ancora 10-15 minuti a seconda del vostro forno, finché la farinata non risulti di un bel color nocciola dorato non scuro.

Servitela ben calda.

 

I MURR’s tips

Naturalmente, dovendola preparare a Milano nel forno di casa, le dosi vanno dimezzate.

Non dimenticate di preparare la vostra farinata con tanto amore, la renderà speciale!

 

Bacini
I MURR


Tags: , , , , , , ,




Previous Post

Le super scollature

Next Post

Trend P/E 2018: Animalier





You might also like



0 Comment


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *