Breaking

ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianJapanesePortugueseRussianSpanish

Organizzazione dei compiti delle vacanze

KIDS / July 6, 2013

1_cover_libro-delle-vacanze

(foto tratta da http://www.blogmamma.it/)

Eccoci! Dopo il ripasso delle tabelline, con le vacanze, arrivano i compiti!

Come poter far conciliare le due cose, vacanze / compiti, senza che il tutto diventi uno stress per noi genitori e per i nostri bambini?

Ecco alcuni spunti (con questo non voglio dire che già non lo facciate, ma a volte si può fare anche tesoro delle esperienze altrui e integrarle con le nostre, come forma di arricchimento) .

Fare già prima di partire un planning della suddivisione dei compiti per materia e in attività del mattino e del pomeriggio: ovvero, un po’ di pagine la mattina ed un po’ nel pomeriggio, preferibilmente quando, nelle ore più calde, non si sta all’aria aperta.

Tutto questo però, dopo aver concesso ai nostri figli almeno una settimana di dolce far niente subito dopo la fine della scuola. Questo per farli staccare dallo stress della fine dell’anno scolastico, per farli poi ripartire coi compiti a mente fresca e con nuove energie.

2_amicizia3 (1)

 

Non dimentichiamo che dovranno dedicare anche un po’ di tempo alla lettura, che, oltre a servire per la scuola, è utile per allagare la mente di ciascuno di noi!

È vero che gli adulti non hanno bisogno di TATE, ma ricordate che il tempo impiegato per la lettura è tempo ben utilizzato anche per noi adulti.

Per quanto mi riguarda, con Gabriele, il mio bambino, faccio così: contiamo le pagine da fare e le suddividiamo per i giorni delle vacanze; questo perché prima di tutto fa sì che non si spaventi per le molte pagine e poi perché la tecnica del “poco ma sempre” la trovo più utile e proficua del “tanto tutto in una volta”. Infatti, se si fanno subito, si arriva a settembre ricordando poco o nulla e se invece si fanno vicino alla ripresa della scuola, si corre il rischio che i nostri bambini ricomincino l’anno già stanchi!

Dopodiché decidiamo che, se una volta la mattina si fa italiano, la volta dopo al mattino si fa matematica e così via. Poi inseriamo anche l’inglese e tutte le altre materie che danno compiti.

Stiamo pur vicino a loro, mentre si esercitano, ma non sostituiamoci a loro, ovvero, facciamo sì che loro svolgano il compito e solo dopo possiamo dar loro una mano a correggerlo, perché se si abituano ad avere la nostra “imbeccata” non si sforzeranno di metterci del loro. Il nostro compito di adulti è sostenere e non sostituire!!!!!

3_Compiti-vacanze-estive

 

P.S. Raccontateci anche le vostre strategie.

Alla prossima!

TATA ROX

 


Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,




Previous Post

Tendenze: la salopette jeans

Next Post

INSALATA DI AVOCADO CON MAZZANCOLLE E CUORE DI PALMA





You might also like



0 Comment


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *