Breaking

ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianJapanesePortugueseRussianSpanish

Il mio trapianto di capelli non chirurgico, 3 anni dopo…

Beauty / Home Slider / February 7, 2022

Sono trascorsi 3 anni da quando ho deciso di cambiare look ed affidarmi alle mani esperte del mio caro amico Fabrizio Labanti di Benessere Capelli, per il mio patch cutaneo, per un trapianto di capelli non chirurgico.

Voglio raccontarvi le ragioni della mia scelta e del perche’ mi sono messo in gioco in prima persona.

Abbiamo contattato moltissime aziende del settore e testato diversi prodotti per trovare la soluzione più all’avanguardia in fatto di capelli.

Questo perché facendo molte consulenze private anche agli uomini, ci siamo resi conto che quello dei capelli e’ una problematica molto sentita e importante, che pesa tantissimo sull’autostima e la sicurezza delle persone anche le più giovani.

E non vi immaginate quanto questo problema possa far stare male, tanto male le persone, in una società in cui viene richiesta la perfezione.

Perché allora non aiutare a trovare una soluzione a tutti coloro che per svariati motivi hanno una grossa sofferenza dovuta alla caduta o alla perdita dei capelli causata da una malattia o dalla genetica?

Ma come poter capire se non provando le diverse soluzioni direttamente sulla mia testa?

Sono sempre stato un grande sperimentatore e prima di iniziare a perdere i capelli ho provato tanti cambi di colore, praticamente tutti quelli possibili, tutti i tipi di tagli, ho avuto persino i dread, insomma, ho fatto tutto ciò che avevo voglia di fare per cambiare e mettermi in gioco.

C’è stato persino un momento dove sia io che Roberta eravamo entrambi color platino.

Poi quando è nato Mario ho deciso di rasarmi, di non colorare più i capelli e di dare un’ulteriore svolta al mio look, sia per praticità, sia per soddisfare la mia continua voglia di cambiare e vedermi sempre diverso che anche per il desiderio di una nuova immagine più rassicurante, piu’ matura e soprattutto paterna.

E così è stato: nuovo cambio, nuova immagine, uova avventura!

Anche se ammetto che da un lato la rasatura e’ praticissima e ha i suoi pro, dall’altra parte mi esponeva maggiormente a problemi di sinusite e colpi di freddo, di cui ne ho sofferto moltissimo.

Con il tempo ho deciso di provare sulla mia testa qualcosa di nuovo e quello che all’inizio era quasi un gioco e una sperimentazione,  oggi mi rendo conto faccia ormai parte di me e della mia nuova immagine.

E non tornerei più indietro!

Anche perché posso fare sport, sauna, bagno turco… ed e’ ormai naturale sentire quando corro la testa sudata e i capelli bagnati. 

Riscoprire la sensazione sotto la doccia di lavarmi i capelli con lo shampoo ed asciugarli con il phon.

Non soffrire più di mal di testa da sinusite e non dover portare sempre la coppola per proteggere la mia fronte dai colpi d’aria.

Erano sensazioni ormai dimenticate che sono ormai entrate a far parte della mia routine quotidiana.

Purtroppo in Italia nonostante tanti uomini ricorrano a svariati metodi per cercare di riavere i capelli ormai perduti, parlarne è ancora un grande tabu’.

Gli uomini hanno ancora paura di sembrare ridicoli con quell’effetto di “parrucchino” in testa.

Da quando abbiamo iniziato ad occuparci di makeover, per far sentire le persone meglio, più sicure, sorridenti, con una buona autostima, ci siamo resi conto della gravità del problema della calvizie sia negli uomini che nelle donne.

Questo ci ha spinti a fare ricerca per trovare la soluzione piu’ innovativa, funzionale e non invasiva per la risoluzione del problema.

Non avete idea di quante persone abbiano questo tipo di problematica e la vivino in solitudine…

Quanti di voi hanno un fratello, una sorella, un amico, un’amica, un collega… che non si sente più a suo agio per questo problema?

E poi oggi perché anche gli uomini non possono sfoggiare una chioma sempre diversa e cambiare capelli esattamente come una donna?

I capelli sono un accessorio esattamente come una borsa , un paio di occhiali o un paio di scarpe.

Allora sfatiamo questo tabu’ dei capelli!

Siamo nel 2022, le soluzioni ci sono e sono veramente all’avanguardia! E perché privarci di giocare con la nostra immagine per paura del giudizio degli altri e sembrare ridicoli?

Ecco perché ho voluto testare di persona tutte le possibili soluzioni e vogliamo dedicare questo articolo e il post di IG di oggi alla GIORNATA MONDIALE CONTRO OGNI FORMA DI BULLISMO compreso il TRICOBULLISMO, e ringraziare Fabrizio Labanti di Benessere Capelli per aver preso a cuore per tutta la vita il problema dei capelli e aver creato una soluzione non chirurgica così innovativa come il patch cutaneo.

#stopaltricobullismo

Antonio

Combattiamo insieme il TRICOBULLISMO


Tags: , , , , , , , ,




Previous Post

ICON bags: BIRKIN by Hermès

Next Post

Cos’è l’autostima?





You might also like



0 Comment


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *