Breaking

ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianJapanesePortugueseRussianSpanish

Trend Accessori P/E 2017 – Wedges

Accessories / Blog / Fashion / Home Slider / maggio 23, 2017

I sandali non sono rasoterra, ma aboliscono comunque il tacco, che, senza plateau, non è comodo a tutte. E così non è difficile spiegare il successo delle wedges, ovvero delle zeppe, che trionfano ai vostri piedi questa Primavera- Estate! E’ una scarpa (quasi) sempre alta,  decorata (con motivi disegnati, applicati o scolpita come un bassorilievo effetto 3D) e spesso colorata. I materiali: dai classici legno, corda e sughero lavorati, al plexiglass, multistrato in altri materiali tech con suola in gomma.

La scarpe wedges della P/E 2017 è la scarpa perfetta sia per il giorno in versione più sportiva o casual da viaggio o da città, che per la sera, preziosa e scintillante. E la versione in cuoio, legno o canvas, si sposa alla perfezione per i gli outfit di ispirazione Seventies/hippie, che, come ben sapete, sono la tendenza dell’anno.

Vi segnaliamo quelle  Proenza Schouler, Salvatore Ferragamo, Miu Miu, Dolce & Gabbana, Jimmy Choo, Celine, Balmain e Guess.

Quando proprio non ci si vuole sentire a terra, ma il tacco rappresenta una vera tortura e dovete camminare, la zeppa è la soluzione per sentirsi sempre al top, perché slancia e valorizza la gamba.

Bacini

I MURR

Street Style Ph. Tommy Ton

Balmain

Céline

Sophia Webster

 

Castaner

Alameda Turquesa

Kaanas

Sante

Sante

Sante

Proenza Schouler

Proenza Schouler

Proenza Schouler

Miu Miu

Miu Miu

Salvatore Ferragamo

Salvatore Ferragamo

Salvatore Ferragamo

Guess


Tag:, , , , , , , , , , , , , , , ,




Previous Post

Trend P/E 2017 - Mood urban rock con il chiodo

Next Post

ANTI POLLUTION TREND





You might also like



2 Comments

on March 2, 2017

Bellissime quelle di Jimmy Choo e Guess. Comunque le zeppe spero non spariscano mai dalla scena, io non riesco a farne senza, in quanto mi alzano senza soffrire e in più sono anche belle! Cosa volere di più dalla vita?



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *