Breaking

ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianJapanesePortugueseRussianSpanish

SEADAS O SEBADAS

Food / Home Slider / RICETTE / August 19, 2017

Ogni anno, durante la vacanza in Sardegna, amiamo preparare piatti tipici della tradizione di questa terra per sentire ancora di più  la sua energia e ricolmarci il cuore prima del rientro.

Le Sebadas sono uno dei nostri preferiti che, a differenza di ciò che può sembrare, è una ricetta molto facile.

La seàda (detta anche sebàda, seatta e sevada in lingua sarda) è un piatto tipico della tradizione sarda ma con origini spagnole.

 

INGREDIENTI PER LA SFOGLIA

Semola di grano duro 1kg

Strutto bio, burro bio 150 gr. oppure olio evo 150 ml. ( come abbiamo fatto noi )

3 uova bio 

1 pizzico di sale

Acqua q.b.

Olio di semi di girasole bio spremitura a freddo o Olio evo bio.

Miele bio

INGREDIENTI PER IL RIPIENO

Succo di 1 limone

Buccia tritata di 2 arance

Pecorino sardo fresco o Dolcesardo di Sardegna 1 kg

 

PREPARAZIONE

  •  Impastate in una grande terrina la semola con le uova, quindi sciogliete il sale in un cucchiaio di acqua ed incorporatelo all’impasto.
  •  Aggiungete poco alla volta l’olio evo, lo strutto o il burro, sino ad ottenere un impasto dalla consistenza morbida ed elastica.
  •  Coprite con un panno e lasciate riposare.
  •  Nel frattempo grattugiate il Pecorino sardo fresco e lavoratelo con la scorza tritata delle 2 arance e il succo di 1 limone, sino ad ottenere una crema molto densa.
  •  Terminata la preparazione del ripieno, stendete la pasta in sfoglie sottili sulle quali ritaglierete con una formina tonda, dei dischi di 10cm.circa di diametro(eventualmente se non possedete la formina utilizzate una tazza da colazione).
  • Su ogni disco di pasta adagiare un paio di cucchiai di ripieno e coprite con un altro disco di pasta.
  • Premete leggermente i bordi in modo da ottenere una specie di calzone ( eventualmente potete sigillare i dischi con una rotella tagliapasta dentellata).
  • Friggete le Sebadas in abbondante olio bollente.
  • Non appena le sebadas appariranno dorate estraetele dall’olio, scolatele con l’aiuto di una schiumarola e adagiatele su della carta assorbente in modo da eliminare l’olio in eccesso.
  • Le Sebadas vanno servite ben calde cosparse di miele precedentemente riscaldato e sciolti o di zucchero. Si possono anche semplicemente cospargere di zucchero a velo e decorare con striscioline di miele sul piatto.
  • Per una decorazione speciale aggiungete frutti di bosco a lato del vostro piatto.

I MURR’s TIPS

  • Il formaggio deve essere fresco e grasso.
  • Per rendere il formaggio ancora più morbido consigliamo di immergerlo in acqua molto calda per almeno 10 minuti.
  • Per rendere il vostro impasto ancora più saporito potete aggiungere una innaffiata di grappa sarda fileferru.
  • Per evitare che le Sebadas si aprano durante la cottura, consigliamo di inumidire uno dei due dischi con dell’albume di uovo.
  • Potete tranquillamente mettere le vostre Sebadas a surgelare su un vassoio ricoperto di carta forno. Dal momento in cui saranno congelate, staccatele dalla carta forno e mettetele in un sacchetto da freezer.
  • È un dolce molto sostanzioso che può tranquillamente sostituire un secondo piatto. Vi consigliamo di tenervi leggeri per degustare la vostra Seadas senza sensi di colpa.

seadas


Tags: , , , , , , , , , ,




Previous Post

Our Style - Young Designers Generation

Next Post

LA SARDEGNA E I SUOI FRUTTI DELLE MERAVIGLIE





You might also like



0 Comment


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *