Breaking

ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianJapanesePortugueseRussianSpanish

Il guardaroba di Anna Dello Russo all’asta da Christie’s

Fashion / Home Slider / Trends / February 1, 2018
All’origine di questa “pazzia” non è certo il desiderio di guadagnarci qualcosa, o perlomeno non personalmente, bensì per un progetto no profit; infatti tutto il ricavato andrà a una charity, consistente in borse di studio per studenti di moda da tutto il mondo alla Central St Martins di Londra», ad eccezione di qualche rarità assoluta voluta dal Louvre.

In insieme alla prestigiosa asta verrà pubblicato anche un libro,  un grande catalogo, edito da Phaidon, in cui viene raccontata con tutta la vita lavorativa di Anna dello Russo, come in un album di ricordi, con testi tratti dal suo diario, foto, campagne moda da lei curate. «È il mio modo di celebrare Milano, la mia città, la città che mi ha permesso tutto ciò che ho realizzato nella mia vita — dice adesso dello Russo presentando il progetto — fashion editor, stylist, direttore di L’uomo Vogue, il lavoro a Vogue Japan. Non ho voluto fare l’asta a Londra, New York, Los Angeles, Mosca. No, doveva essere qui. È il mio modo di restituire la mia fortuna, la fortuna che ho avuto e Milano deve ricevere questa serata speciale. E le nuove generazione, le ragazze e i ragazzi che amano la moda, devono ricevere qualcosa del mio archivio» racconta al Corriere della Sera.

Ma quanto può costare acquistare un capo o un outfit di Anna Dello Russo? Sembra che parte della vendita dei 30 look all’asta, battuti in esclusiva da Christie’s a Milano, un omaggio alla capitale della moda italiana e internazionale e città che le ha dato tanto in termini di carriera, e online su Net à Porter (di  altri 150 outfit, comprensivi di gioielli, scarpe,borse e altri accessori) sarà a prezzi politici  «perché i vestiti del mio archivio li voglio vedere vivi, su una ragazzina di quattordici anni magari, non chiusi da qualche parte, in qualche tomba fashionista. Mi sono liberata di tutto quello che ho collezionato, un tesoro così grande era diventato un fardello, una pesantezza per me che amo la leggerezza, che sento il bisogno di leggerezza. Erano abiti che non potevano dormire nell’armadio, in letargo nel mio archivio sotterraneo o negli armadi di casa. Il mio archivio non poteva e non doveva essere lasciato lì senza fine, sotto terra, a temperatura e umidità controllata».

Aspettiamo trepidanti le prossime settimane e preparate le vostre postazioni online… chissà che non riusciate ad aggiudicarvi qualche pezzo dell’archivio di Anna Dello Russo!

Bacini

I MURR

 


Tags: , , , , , , , , , , , , , , , ,




Previous Post

INVERNO SOS

Next Post

Trend P/E 2018 - Abiti Floral





You might also like



0 Comment


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *