Breaking

ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianJapanesePortugueseRussianSpanish

Icon bags: GUCCI BAMBOO BAG

Accessories / August 31, 2017

Amiamo le borse e abbiamo una passione in particolare per le icon bags, perché sono accessori senza tempo, che hanno fatto la storia, borse che sono entrate nell’immaginario collettivo attraverso le immagini sui rotocalchi, i giornali, i film, e che, sopravvissute alle mode di decennio in decennio, potete ancora trovare nelle boutiques nelle loro versioni rivisitate.

La Bamboo Bag di GUCCI, ad esempio, nel 2013 ha celebrato i suoi 64 anni, facendo tappa nei negozi Gucci tra le città di tutto il mondo in una mostra che la celebra, “Bamboo Forever”, che ne ha ripercorse le origini, la storia e l’evoluzione, attraverso filmati, immagini e pezzi originali dei modelli vintage.

In omaggio alla tradizione degli accessori per equitazione per i quali era nata la casa Gucci a Firenze, nel 1947 viene creata una borsa ispirata ad una sella da cavallo: in pelle nera, bordeaux o bleu marine, era riconoscibile grazie al suo manico in bambù giapponese, dettaglio povero, nato per supplire alla penuria di pellame del dopoguerra, e insieme esotico per alimentare il bisogno di sperare, evadere e viaggiare, almeno con l’immaginazione, in mondi lontani…

Il boom economico, il desiderio di lusso e la sempre più diffusa ricerca dell’artigianalità connessa al “Made in Italy”, fanno della borsa dal manico in bambù un successo. E così negli anni ’50 e ’60 eccola al braccio delle star di Hollywood, come Liz Taylor e Vanessa Redgrave. Al cinema, nel ’56, Ingrid Bergman la porta con sé nel suo “Viaggio in Italia” di Rossellini, e dieci anni più tardi la ritroviamo in “Blow Up” di Antonioni.

Tra le celebrities di oggi, ricordiamo Naomi Watts, Jessica Alba, Carla Bruni, Ashley Greene, Rosie Huntington-Whiteley …

Una borsa così iconica non poteva che trovare nuova vita nella sua reinterpretazione in chiave contemporanea ad opera di Frida Giannini, storico Direttore Creativo Gucci, che ha preceduto Alessandro Michele fino al 2015. Nella primavera 2010 nasce la nuova Bamboo bag, che rispecchia il modello originale, ma con l’aggiunta della tracolla e delle nappine. E’ interamente realizzata a mano, assemblando 140 pezzi in 13 ore di lavoro. Anche la nuova direzione creativa ha mantenuto la bamboo bag, che ha sfilato tra gli accessori protagonisti sia della Cruise collection 2017 che dell’Autunno 2017

I MURR’s Tips

Che abbiate ereditato una bamboo bag o ne abbiate acquistata una di recente, il nostro consiglio è di usarla in modo versatile, ovvero abbinata a tubini e cocktail dresses, così anche ad outfit più informali con jeans o pants skinni, e non solo con le scarpe decolletés ma, nella stagione autunnale, anche con stivali alti e trench o giacca, visto che proprio al mondo dell’equitazione la borsa è ispirata.

Bacini

I MURR

foto 4 (63)

Gucci-Icons-of-Heritage-Cut-and-Craft

Bamboo-forever-la-mostra-di-Gucci

foto 2 (85)

 

foto 3 (72)

foto 1 (90)

celebrities_new_bamboo_gucci-pelle

8894faf0b776b9b2e14eb662a9492fa6

Schermata 2013-06-03 a 7

gucci-flora-new-bamboo-bag

 

 


Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,




Previous Post

SGUARDO...MAGNETICO!

Next Post

Look per il rientro in città





You might also like



0 Comment


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *